03 dicembre 2012

Fellone...o crostata atipica!


Fellone è un termine dialettale, quindi per il resto del mondo non saprei proprio che altro nome dargli se non...crostata atipica, visto che la sua forma non è proprio quella di una crostata! La sua preparazione è a mio avviso più semplice di quella di una crostata visto che non essendoci il burro ma l'olio io trovo la lavorazione di questo tipo di pasta frolla molto più semplice!




Vediamo cosa vi servirà per prepararlo



Su una spianatoia versate la farina setacciata con la bustina di lievito, fate un buco al centro dove romperete le uova e aggiungerete l'olio, mescolate tutti gli ingredienti fino ad avere un composto omogeneo e facilmente lavorabile. Lasciate riposare l'impasto in frigo per una mezz'ora; passata la mezz'ora dividetelo in quattro panetti e lavorate ogni panetto con un matterello fino a raggiungere uno spessore di circa 5 mm. A questo punto farcitelo con la marmellata, io ho utilizzato quella di mandarini ma voi potete utilizzare quella che preferite ('importante è che non abbondiate troppo con la quantità) e poi chiudete le due estremità della frolla una sull'altra, verso l'interno (magari vedere la foto vi illuminerà più della mia spiegazione alquanto approssimativa -.-)
Infornate a 180° per mezz'ora o fino a quando non diventa di un bel dorato.


13 commenti:

  1. Il fellone!! io ti adoro..perchè con le tue ricette mi fai "tornare" a casa!

    RispondiElimina
  2. Cara Fabiola, io non l'avevo mai sentita nominare (ignoranza mia!) Ma è una ricetta bolognese? Mi piace molto ..con questa forma cosi rustica, mi ricorda altri tempi. Una volta avevo provato a fare una cosa simile senza sapere neanche cosa fosse ma l'impasto si è aperto in cottura ed è stato un fallimento anche se il sapore era ottimo.
    Provo con la tua ...fusse che fusse...
    grazie
    fulvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Fulvia!! no, non è una ricetta bolognese! io in realtà, sono pugliese ed è una ricetta che si fa dalle nostre parti :)!

      Elimina
    2. Ammazza che ignorante che sono! Sono pugliese anche io e non l'ho mai sentita! Ne farò tesoro e chiedo un pò in giro va...

      Elimina
  3. sarà pure atipica, come dici tu, ma a me piace un sacco questa crostata, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. questo dolce ha un aspetto rustico e campagnolo come piace a me, e mi segno subito la ricetta. ciao kiara

    RispondiElimina
  5. Questo 'fellone' atipico mi è davvero simpatico...e te lo copio subito..sai che a me sono 'simpatici' tanto i dolci con l'olio!!! ;-)
    Buonissimo e bellissime foto, sei davvero brava!!!
    Ciao, Roby

    RispondiElimina
  6. Che buono lo gradirei molto in questo momento con una tazza di te' caldo.Baci cara.

    RispondiElimina
  7. Buona idea! Anche io se posso preferisco non usare il burro, non per questione di diete ma perchè proprio non mi piace... Questa è proprio da provare... buona settimana!

    RispondiElimina
  8. Non ho mai fatto questo tipo di frolla con l'olio ma dalle foto devo dire che ne viene fuori un dolce davvero ottimo e molto goloso!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  9. Piacere Fabiola!
    Ti ho conosciuta tramite "E il basilico"... Se vuoi venirmi a trovare sono qui http://lagastronomade.blogspot.it/.
    A presto!

    RispondiElimina
  10. Ciao Fabiola, arrivo dritta dritta dal blog "e il basilico" e mi ritrovo catapultata davanti a questa crostata atipica! Mamma mia che bella presentazione, very compliment! Mi aggiungo volentieri ai tui lettori e ti aspetto per un caffè! A presto Angela

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo il fellone, dev'essere molto buono!
    ciao
    Vale

    RispondiElimina